Due chiacchiere con Manuela di Manùfatto

Come nasce Manùfatto?
Ho sempre amato creare, disegnare, dipingere, ma il mio sogno inizialmente era ben diverso. Ho frequentato la Scuola per Interpreti e Traduttori e volevo diventare interprete parlamentare. Poi divenni assistente di volo. Ero continuamente in viaggio. Il desiderio di riavvicinarmi alla mia famiglia e al mio compagno Stefano mi hanno portata a rifiutare un contratto a tempo indeterminato. Tornata a Pescara ho deciso di provare a realizzare orecchini. Sono andata alla fiera della creatività a Bologna, ho acquistato pietre e materiali diversi e li ho assemblati. In pochissimo tempo ho venduto tutto. Ho allestito un vero laboratorio nella gioielleria di mia madre, Momenti d’Oro, che in poco tempo è divenuta la mia bottega.

Qual è la vostra filosofia?
L’amore è alla base di tutto. In ogni orecchino, bracciale o collana che creo ci metto il cuore, che poi è il simbolo che ricorre spessissimo nelle mie creazioni. Non a caso su molti dei ciondoli che utilizzo ho fatto incidere la scritta “fatto con amore”. La ricerca è un altro elemento fondamentale. Giro moltissimo per le più importanti fiere in Italia e all’estero. Con il tempo ho imparato a conoscere le aziende migliori, scegliendo materiali di alta qualità. Ogni singolo pezzo che compone i miei gioielli è esclusivamente made in Italy e ovviamente anallergico.

Cosa lo rende speciale?
La personalizzazione e l’unicità. Ogni pezzo è diverso dall’altro. Chi si rivolge a me, sia che abbia un animo romantico, sia che si senta più dark, troverà sicuramente il gioiello che più la rappresenta. Vedere che le mie clienti escono di qui felici di aver trovato il bracciale, la collana o l’orecchino più adatto a loro è importantissimo e quel momento rappresenta per me la soddisfazione più grande. Cerco di soddisfare ogni tipo di gusto. Inoltre ogni pezzo che esce dalla mia bottega ha garanzia illimitata.