Il Rosa Nudo è un film sperimentale di Giovanni Coda, ispirato alla vita di Pierre Seel.

Pierre Seel ebbe un ruolo cruciale nel riconoscimento del dramma della deportazione omosussuale le cui vittime  vennero per anni ignorate proprio per mancanza di testimonianze al riguardo. Nel maggio 1941 fu deportato nel campo di concentramento di Schirmeck dove subì atroci soprusi tra cui l’esecuzione del suo compagno.

Il Rosa Nudo è stato inserito quale evento speciale, “per il suo alto valore artistico, storico e morale”, all’interno della 7ª edizione del Queer Lion Award nel corso della 70ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia 2013.

Ecco il trailer del film:


L’evento è presentato da Art Meeting in collaborazione con Arcigay Pescara, Jonathan Diritti in movimento e Laboratorio Le Antigoni, con il patrocinio del Comune di Pescara.

Dopo il film  interverranno Giovanni di Iacovo (Assessore alla cultura del comune di Pescara), Renato Di Nicola (rappresentante Jonathan Diritti in Movimento), Gianni di Marco (Presidente Arcigay Pescara), Arianna di Tomasso (Ideatrice e D.A. Settimo Senso International Film Festival e del Premio Aurum per il Cinema e la Scrittura) e Anna Galilei (Laboratorio Le Antigoni).