Pescara ci regala il sold out” è il commento comparso ieri sul sito web ufficiale di Fabi Silvestri e Gazzè. In effetti il palazzetto Giovanni Paolo II è gremito per uno dei concerti più attesi dell’anno a Pescara. E il trio non delude, anzi sorprende. Noi non potevamo mancare!

Sono state più di due ore e trenta minuti di musica d’autore, cominciata con “Alzo le mani“, la prima traccia del nuovo disco, e finita con l’ultima traccia “Il padrone della festa“, brano che dà anche il titolo all’album. Nel mezzo tanto spettacolo, allegria, amicizia e anche un pizzico di nostalgia che non guasta mai.

Sono state riproposte numerose canzoni che hanno reso celebri i tre cantautori. Emozionante Fabi con “Una buona idea” e geniale l’interpretazione del brano “L’avversario” quando il palco diventa un ring su cui Fabi e Gazzè vestiti da pugili si sfidano a suon di versi tratti dalle proprie canzoni e Silvestri fa da presentatore dell’incontro controbattendo con i propri versi come fosse un po’ anche un giudice supremo.

“L’unione fa la forza e da qui nasce il nostro progetto” dice Fabi, un progetto che parte e vuole arrivare ben oltre l’idea musicale, il tour e tutto quello che c’è intorno. Tutto parte dall’Africa e precisamente dal Sud Sudan, che i tre hanno visitato insieme proprio per sostenere l’associazione non governativa “medici con l’Africa CUAMM“.

Il tour continuerà al Palalottomatica di Roma, il 18 e il 19 novembre, e a seguire tante altre date fino a metà dicembre quando i contautori torneranno alla loro carriera da solisti dopo questa fortunata parentesi segnata da concerti sold out in tutta Europa e un album già disco d’oro.

 di Francesco De Nicola