Costruito agli inizi del Novecento, l’Aurum dal 1919 fu acquistato dalla famiglia Pomilio che vi trasferì la propria attività di distilleria del noto liquore abruzzese. Per molti anni l’edificio rimase abbandonato. Solo nel 1995, ospitò la storica edizione di “Fuori Uso”, manifestazione artistica di carattere internazionale. Nel 2003 è stato ristrutturato ed è diventato oggi un importante centro culturale multifunzionale ospita periodicamente mostre ed eventi di grande rilievo. Oggi l’Aurum è una “Fabbrica delle Idee”.

A pochi passi, si trova la Riserva naturale di interesse provinciale pineta Dannunziana, conosciuta anche come “Pineta D’Avalos” o “Parco D’Avalos”, che è il nome della famiglia che, al tempo dei Borboni, possedeva il marchesato di Pescara. Luogo frequentato per attività sportiva o passeggiate all’aria aperta.