Due chiacchiere con Ada, Alessandra e Goffredo di Aglaia

Come nasce Aglaia?
Nel 2008 insieme a Goffredo, da 35 anni nel settore del commercio, e Alessandra abbiamo aperto questo negozio di abbigliamento femminile su via Carducci che molti definivano “parigino”. Poi quest’anno ci siamo trasferiti nel cuore di Pescara, in piazza della Rinascita, rinnovando anche l’arredamento connotato da un design essenziale e snello. Il nostro target è una clientela femminile medio-alta, amante del bello e dell’esclusività.

Qual è la vostra filosofia?
Il nostro intento è stato sin da subito quello di portare sul mercato pescarese accessori e capi ricercati ed esclusivi. La ricerca è costante, sia per quanto riguarda le aziende alle quali ci rivolgiamo, sia nella scelta degli abiti. Non ci interessa offrire la moda commerciale e di massa. Ciò che abbiamo voluto creare è una boutique innovativa ed elegante, in grado di esprimere i diversi modi di essere femminili.

Cosa lo rende speciale?
La cura del particolare è il nostro punto forte. Per noi ogni donna è davvero unica, e dunque cerchiamo di proporre storici brands come Antonio Marras, Closed, Kenzo, Vivienne Westwood e aziende e stilisti innovativi ed emergenti, offrendo una scelta unica per Pescara. Da qualche tempo per ampliare la nostra offerta abbiamo introdotto anche un marchio sportivo, Dimensione Danza.